MATTEO CASAGNI: Parte bene il diesel di Rigomagno Stazione ma con il passare dei minuti i camerieri si prendono gioco di lui facendogli credere che nella tequila bum bum alberghi un elisir di lunga vita, lui presenta il conto della serata mettendo in evidenza opinabili doti da ventriloquo portando il tono della voce alla velocità di un vecchio 33 giri che fa tanto amarcord,un finale di serata col fiato corto, meritato il riposo sul letto della Lucia. Importante! VOTO 7-
IGOR MAFFEI: Prestazione condizionata (forse anche per la presenza della ragazza in tribuna), veniva da un lungo stop e si è visto ma l'alitosi di fine serata al bouchet di mutanda da lottatore di sumo è a testimonianza che questo giovane pieno di aspettative ha fatto il possibile. Deve crescere! VOTO 6,5
SIMONE ROSSI: Con il mercato praticamente chiuso è arrivato il colpo tanto sospirato! Lotta come un leone là davanti, segna e fa segnare, serata tutto pepe la sua, provoca non pochi fastidi all'interno del cesso, creando code stile Firenze-mare il giorno di ferragosto. Il suo ineluttabile destino e lo spirito di spogliatoio lo accompagnano stremato fra le braccia di Morfeo nella posizione del fachiro che tanto adora, rinunciando così a una chiavata sicura con le francesine. Fifa drink player 2005!
VOTO 8,5
SIMONE CECCHERINI: Capitano della serata si prende sulle spalle tutta la responsabilità di ordinare da bere, criticato per le scelte iniziali dimostra a tutti di saperci fare indovinando quantità e qualità degli alcolici, carico di oneri e onori finisce la serata sbattendomi ripetutamente contro la saracinesca dell'Imperial per motivarmi! Esperienza! VOTO 9
RAFFAELE SALVADORI: Luci e ombre del cocktail mercato, la temperatura esterna certo non lo ha aiutato ma da lui ci aspettiamo tutti di più; si isola nella prima parte della cena per poi venire fuori con un finale ricco di attenzioni. Godot! VOTO 7
GIOVANNI INNOCENTI: il pendolino della Riccia è partito e chi lo ferma piu'! Questo ragazzo negli ultimi anni ha fatto progressi enormi dimostrando continuità e feeling con la porta (soprattutto se è quella di un pub). Il Fortezza ha fatto di tutto per rendergli la vita difficile a tavola ma alla fine della fiera quello che conta è l'esperienza. Pronto per una piazza importante! VOTO 9+
EMANUELE CARPI: Stoico! Una partita diversa dal solito con il pensiero rivolto a chi ha più bisogno in questo momento; per un attimo il libro Cuore di De Amicis è apparso al posto dei menù su tutte le tavole, questo ragazzo ci insegna che in una società accecata dal bisness ci sono ancora dei valori da salvare. Redenzione! VOTO 10+
MARCO LA FORTEZZA: Corre, urla, salta, strilla, rimprovera i compagni se non lo ascoltano, si mette a centro tavola e come per magia tutti i bicchieri si fermano da lui, una razza in via di estinzione la sua, vero comburente della serata! Anello mancante! VOTO 9,5

Un ringraziamento speciale a tutti coloro non menzionati